Mal d’Africa: un ponte tra Africa ed Europa - Una collezione d’arte africana e sei artisti europei Thursday, May 29, 2014


L’incontro con un importante collezionista svizzero è stato fondamentale per la nascita di «Mal d’Africa», esposizione che mette in scena alcuni oggetti di artigianato artistico del continente africano, accostati a opere di artisti contemporanei europei.
Sei autori, provenienti da Svizzera, Francia e Italia hanno reinterpretato secondo il loro stile pittorico e la propria sensibilità artistica alcuni dei manufatti presenti in galleria, tra cui maschere, sculture, gioielli e oggetti vari della collezione privata Black Moyo, mostrando come questi manufatti influenzano ancora oggi l’arte contemporanea. Esiste quindi un legame tra due continenti tanto distanti, un rapporto in cui si vuole avvicinare la tridimensionalità dei manufatti africani all’arte contemporanea bidimensionale europea.
La mostra propone le reinterpretazioni di 108, Dem, El Gato Chimney, Gaël Davrinche, Hitnes e Nando Snozzi, alcuni dei quali già noti al pubblico ticinese grazie alle varie collaborazioni con «ego gallery» – tra cui le partecipazioni a «l’AM – l’Arte della Memoria».
Con «Mal d’Africa» ci si immerge in una cultura apparentemente diversa, che dimostra quanto le discipline artistiche siano libere, senza confini temporali o spaziali. Il visitatore è testimone di un’arte che unisce culture e sensibilità differenti, aiutato dall’allestimento che avvicina l’ispirazione africana all’opera di ognuno dei sei artisti europei.
L’esposizione sarà visibile fino al 6 luglio 2014 presso «ego gallery», in via Luigi Canonica 9 a Lugano.


Gli artisti:
108
Dem
El Gato Chimney
Gaël Davrinche
Hitnes
Nando Snozzi


Photos: Laura K. Inserra