il nuovo cuore artistico di Lugano Saturday, February 8, 2014

Pietro non torna indietro, Agostino Iacurci. via Lavazzari, Lugano (CH). Created for Arte Urbana Lugano project.

Da qualche anno a questa parte c'è stato un boom di gallerie d'arte che ha creato quello che un grande appassionato potrebbe chiamare "angolo di paradiso". Una zona fresca e innovativa, ma soprattutto giovane e dinamica. Queste sono le parole chiave, a mio avviso, dell'area che sta dando un po' di vita a Lugano.
Sto parlando della zona tra l'Università e il Parco Ciani e di tutte le gallerie che, lì in particolare, ma in quasi tutta la città, sono nate, cresciute e pian piano si stanno facendo conoscere.
Si distinguono una dall'altra per differenti genere e provenienze degli artisti, alcune sono più classiche, altre più particolari o alternative, con un approccio più sperimentale. Tante sono nate dalla passione per il mondo che presentano, dalla voglia di creare qualcosa per qualcuno o, forse, anche da quella di smuovere la città in cui viviamo. In molte vi sono galleristi giovani e curiosi, accoglienti e in grado di organizzare eventi mozzafiato.
Lungi dall'essere soltanto la città dei bancari o "l'ufficio a cielo aperto", come alcune persone la chiamano, Lugano è diventata in parte atelier e in parte laboratorio creativo.
La città va dunque riscoperta e guardata con uno sguardo nuovo, togliendole l'etichetta di "città per vecchi" che spesso le si addice. Perché per me, a ben vedere, è molto più giovane di tutti noi.

murales per lanciare la mostra Misteri dionisiaci e profondità del cosmo da ego gallery, Dem, 2013. via Lavizzari, Lugano (CH)

Lab_comacina, Nevercrew. viale Cassarate, Lugano (CH)

SeaCreative. incrocio viale Carlo Cattaneo con via Foce, Lugano (CH)

To be or not to be?, Orticanoodles. viale Cassarate, Lugano (CH)

To be or not be?, Orticanoodles. via Foce, Lugano (CH)

Artisti

Luoghi
Lab_comacina