abilità esecutiva e distaccata ironia in ceramica - Bertozzi&Casoni: un lungo percorso insieme Wednesday, October 30, 2013

Lavori interamente fatti in ceramica, materiale che richiede grande cura ed abilità d'uso, non sono comuni come la pittura nel mondo delle arti. Bertozzi&Casoni, società fondata nel 1980 da due artisti italiani, basa tutto il suo lavoro sull'utilizzo di questa materia tanto bella quanto delicata.

Con un'approfondita formazione in Istituti d'Arte ed Accademie, focalizzandosi sulla ceramica ed alimentando la loro passione per questo materiale, Gianpaolo Bertozzi e Stefano Dal Monte Casoni hanno da sempre sfruttato le sue proprietà arricchendola. Dopo aver iniziato il loro percorso preferendo un approccio figurativo, col passare deli anni si sono orientati verso metodi sempre più concettuali e radicali. Negli anni Novanta questo processo di scoperta ha portato alla creazione di lavori sempre più grandi, tanto da rendere i soggetti di dimensioni superiori al limite del vero. È a questo punto che la critica nazionale ed internazionale si è interessata al lavoro dei due artisti italiani, caratterizzato dal simbolismo intrinseco e dall'attrazione per tutto ciò che è transitorio e in via di disfacimento, facendoli diventare icone internazionali di quella condizione umana che vogliono trasmettere.
Dal 2000, invece, tecniche e materiali più innovativi del mondo industriale hanno spinto i lavori verso il trash: l'indagine sui rifiuti della società contemporanea è la chiave di lettura di queste opere, in cui surrealismo compositivo ed iperrealismo tecnico sono strettamente uniti.
Un lungo percorso caratterizza Bertozzi&Casoni, sempre alla scoperta di tecniche e materiali nuovi per rendere al meglio l'immagine della società, ironizzando su di essa.